[INFOGRAFICA] Quando pubblicare sui social e quante volte al giorno?

Saper creare un buon contenuto non basta. E’ solo un primo passaggio. Durante la pianificazione di un social media plan devi considerare altri elementi come: Quando pubblicare sui social? Quante volte al giorno?

Il mio primo consiglio è di lasciar perdere le infografiche americane per due motivi. Il primo semplicemente perchè l’utenza è decisamente molto differente, la seconda perchè la tua community non può essere uguale a quella dei tuoi concorrenti (giusto per farti capire) americani.

Affrontiamo un problema alla volta.

 

A che ora pubblicare un contenuto su una fan page facebook?

Sicuramente non alle ore 15 di mercoledì e 2 post a settimana. Personalmente non credo in questa “leggenda”, senza contare che un post, senza una spintarella di ADS, ha visibilità quasi inesistente. Generalmente direi 2 post si, ma al giorno. Dipende!

Considera:
1) il target (è uno degli aspetti fondamentali del marketing). Quanto conosci il tuo target?
2) categoria brand (se possiede una struttura fisica dove il cliente trascorre molto tempo)
3) stagionalità (brand attivo solo d’inverno o d’estate o tutto l’anno?)

Una strategia per capire l’orario migliore e testare i vari tipi di contenuti spalmati sulle varie fasce orarie e giorni. Facebook insights ti sarà di grande aiuto.. come al solito!

 

Frequenza di pubblicazione sui social network:

Pinterest: 5 volte al giorno, o più. I top brand che hanno più successo su Pinterest hanno pubblicato più volte al giorno.

Twitter: 3 volte al giorno. L’engagement diminuisce leggermente dopo il terzo tweet.

Google+: 3 volte al giorno. Secondo alcuni users le visualizzazioni sono crollate del 50% perché veniva postato meno del normale.

Facebook: 2 volte al giorno. Dopo le 2 volte al giorno il numero di mi piace e commenti comincia a scendere.

Instagram: 2 volte al giorno. I top brand pubblicano in media 2 volte al giorno su Instagram.

LinkedIn: 1 volta al giorno. Postare 20 post al mese (durante la settimana lavorativa) consente di raggiungere il 60% del pubblico.

Blog: 2 volte a settimana. Le aziende che aumentano la pubblicazione dei post da 3-5 al mese a 6-8, vedono raddoppiare il numero di lead.

Più o meno sono d’accordo su pinterest, g+, facebook, instagram e blog. Sono contrario su twitter (3? forse un pò pochini visto la brevissima durata di un tweet) e linkedin (solo 1? Dubito che si riferisce a un post pulse).

quante volte pubblicare contenuti sui social

 

Extra.

I motivi che spingono un fan a condividere un contenuto di una brand page.

Lista tipi di post facebook da pubblicare sulla fan page per creare engagement.

Come scegliere il giusto canale social per un brand.

 

In conclusione.

Postare poco e anche negli orari che più ti fanno comodo (senza pianificazione) è praticamente tempo perso. Postare tanto danneggia solo la qualità della fan page rischiando di perdere fan e segnalati come spam. Insomma, bisogna testare per trovare una via di mezzo.

Cosa ne pensi? Come fai a capire qual è l’orario migliore per postare sui social? Aspetto un tuo commento!

Michelangelo Giannino
Follow me

Michelangelo Giannino

Founder di Fusion Lab09
Social Media Manager/Strategist - Community Manager - Digital Strategist at Genesis Mobile Italia (progettiamo le migliori soluzioni Digital & Mobile Marketing). Amo aiutare le aziende e professionisti a distinguersi dalla concorrenza, rafforzare (o creare) la propria presenza on/offline, aumentare le vendite, farsi amare dai propri clienti e trovarne di nuovi.
Michelangelo Giannino
Follow me
Michelangelo Giannino
Michelangelo Giannino
Social Media Manager/Strategist - Community Manager - Digital Strategist at Genesis Mobile Italia (progettiamo le migliori soluzioni Digital & Mobile Marketing). Amo aiutare le aziende e professionisti a distinguersi dalla concorrenza, rafforzare (o creare) la propria presenza on/offline, aumentare le vendite, farsi amare dai propri clienti e trovarne di nuovi.


L'utilizzo del contenuto di questo articolo e' soggetto alle condizioni della Licenza Creative Commons. E' consentita la distribuzione, la riproduzione e la realizzazione di opere derivate per fini non commerciali a patto che venga citata la fonte. E' vietata la riproduzione delle immagini anche solo in parte

Share
Selezionato come uno dei Top 10 Linkedin Most Engaged Marketers in Italia del 2015Leggi