Pulse: come attivare il blog sul profilo linkedin, come usarlo, test e analisi

Pulse: come attivare il blog sul profilo linkedin, come usarlo, test e analisi

Da un pò di mesi linkedin ha attivato anche agli utenti italiani la possibilità di pubblicare post sul proprio profilo personale tipo blog. Purtroppo però solo pochi hanno avuto questo privilegio. Da giugno a questa parte, ho inviato quasi ogni mese la richiesta a linkedin USA la possibilità di poter usufrire personalmente della “novità”. Nessun riscontro ma non mi sono dato per vinto.

Ho contattato giorni fa linkedin ITA chiedendo info. La risposta? “Solo gli utenti USA possono usare pulse”. Rispondo con “Mi spiace contraddirvi, ma molto miei contatti ITALIANI, con profilo ITALIANO, pubblicano post”. Chiudo il ticket con: “ok, aspetterò!”.

Contatto i miei cari colleghi che da tempo si godono la fantastica “novità” per raccogliere info e conferme perchè la risposta “Solo gli utenti USA possono usare pulse” mi è rimasta scolpita nella mente!

Ricordo infatti che la graph search di facebook era disponibile solo per gli utenti americani. Cambiando lingua però, era possibile provarla.

Senza indugiare ci provo: cambio la lingua del profilo linkedin da italiano a inglese. FUNZIONA!

Nello stream in home appare l’icona della matitina per creare il post. Click e: il sistema mi riporta un errore di loop. Ricontatto il centro assistenza e mi consigliano di cancellare COMPLETAMENTE la cache del browser. Niente da fare. Ho provato con altri browser e pc. Nulla.

Dopo 3gg reimposto la lingua in inglese, click sulla matitina e voilà: posso finalmente creare il mio primo post su linkedin!

 

Vediamo come attivare il blog sul profilo linkedin in 20 secondi con 4 semplici passaggi:

1) Click sull’avatar in alto a destra della pagina. Lingua-> cambia.

 

attivare il blog sul profilo linkedin cambio lingua

 

 

2) Inserire la password del proprio profilo linkedin.

3) Scegliere la lingua ENGLISH. Chiudere la fancy sulla X in alto a destra.

attivare pulse linkedin cambio lingua inglese

 

 

4) Tornare sullo stream (HOME) e cliccare sulla matitina (CREATE A POST).

crea post linkedin

 

L’url diretto per creare il post è: https://www.linkedin.com/pulse/article/new (ti riporta alla home di Pulse se hai la lingua italiana impostata).

Struttura del post lato CREAZIONE:
- cover (698 x 400 pixel)
- head line
- l’editor permette di inserire i tag l’h1 e h2, blockquote, link, formattazione (grassetto, corsivo, sottolineato e barrato), allineamenti testo (sinistro, centro, destro), liste (puntato/numerato)
- foto (JPG, GIF, e PNG sotto i 10MB.)
- video (YouTube, SlideShare, Vimeo, Ted, Livestream o Getty images).

Il post può essere cancellato, salvato come bozza e pubblicato direttamente.

esempio creazione post pulse linkedin

 

Gli elementi del post PUBBLICATO sono:
- cover
- nome + avatar autore
- pulsante FOLLOW
- data pubblicazione
- contatore di visualizzazioni (uniche, basandosi sui cookie), mi piace/ eommenti (escludendo i tuoi come autore del post)
- pulsanti di social share (facebook, linkedin, g+ e twitter) senza contatore (tranne se sei sloggato con firefox).

esempio stream linkedin pulse

 

 

Il form commenti dispone anche di 3 filtri: newest, oldest e popular.

Il post una volta pubblicato apparirà nel tuo profilo linkedin:

attivare il blog sul profilo linkedin post nel profilo

 

Come appari tra i risultati di ricerca utenti:

come attivare pulse su linkedin utente risultato ricerca

 

Le notifiche invece appariranno in questo modo:

notifica nuovo post blog profilo linkedin

 

Inoltre riceverai via email le statistiche settimanali:

pulse resoconto statistiche via email

 

Perchè utilizzare il blog linkedin?

Azzardo qualche ipotesi:

1) è un ulteriore strumento di personal branding da sfruttare restando dentro linkedin (i tuoi contatti verranno avvisati del tuo nuovo post grazie alla bandierina rossa di notifica).

2) rafforza l’autorevolezza dimostrando le proprie competenze.

3) ulteriore fonte di traffico per il tuo blog.

L’aspetto SEO? Ho effettuato qualche test. I post linkedin vengono indicizzati. Questo è sicuro!

 

Primi test.

Ho pubblicato un primo post (metà su linkedin, il resto da leggere direttamente sul blog con short url tracciato).

L’url del post di test: https://www.linkedin.com/pulse/i-6-desideri-del-community-michelangelo

- Copio (CTRL+C) il testo direttamente dall’articolo “I 6 desideri del community manager” e lo incollo (CTRL+V) nell’editor linkedin. Risultato: non viene persa la formattazione. Attenzione: i link si aprono via popup che quasi sicuramente l’utente avrà difficoltà a visualizzare e non è possibile impostare manualmente un “target blank” a meno che non ricrei da capo il link via editor linkedin.

- Se reimposto la lingua italiana al mio profilo, il post è comunque raggiungibile via link diretto ma NON POSSO ASSICURARTI che potrai gestire gli articoli pubblicati quando verrà attivato il CREATE A POST anche sul tuo profilo in lingua italiana!

- Ti consiglio di non pubblicare decine di post al giorno. I tuoi contatti riceveranno altrettante (irritanti) notifiche.

- La bandierina rossa si illuminerà quando: il post viene commentato e apprezzato con il like.

 

Analisi post dopo 24 ore dalla pubblicazione (possiedo 4275 follower)

- In 24 ore il post è stato visualizzato da 181 persone, commentato 4 volte e ricevuto 14 apprezzamenti (like).

- share social: è stato condiviso 22 volte su linkedin e 1 volta su twitter (ma il contatore riporta zero. Ecco l’unico tweet di condivisione.)

- 8 persone hanno letto il resto dell’articolo sul blog.

- google analytics. Dati degli 8 visitatori: bounce rate del 66%, pagine/sessione 1.42, durata media visita 00:55.

Seguiranno nuovi test.

Tu, che hai il privilegio di usare il CREATE A POST di linkedin da tempo su profilo italiano, quali vantaggi hai riscontrato? Fammelo sapere con un commento..

 

 

UPDATE (un ringraziamento speciale a Mirko Saini di Web Centrica per le seguenti info):
- Il box POSTS nel mio profilo sotto l’avatar è visibile via app mobile ma non su desktop.
- Il mio editor per creare il post è completamente diverso da quello attivato su un profilo in lingua italiana. Guarda tu stesso:

editor pulse linkedin su profilo italiano.

- Testimonianza di Martina De Nardi (che ringrazio!).
“Se ho la lingua in inglese mi appare la matita e posso pubblicare post, inoltre vedo sia sul profilo di Mirko Saini sia su quello di Michelangelo il box Posts. Tutto perfetto. Cambio la lingua in italiano e scompare la matita, scompaiono i miei post, scompaiono pure quelli di Michelangelo Giannino però quelli di Mirko Saini (uno dei pochi profili italiani che usufruiscono della funzione) li vedo ancora!”

- Ti segnalo l’articolo di Mirko Saini LinkedIn Pulse: Long Post o Preview?

Follow me

Michelangelo Giannino

Founder at Fusion Lab09
Social Media Manager/Strategist - Community Manager - Digital Strategist at Genesis Mobile Italia (progettiamo le migliori soluzioni Digital & Mobile Marketing). Amo aiutare le aziende e professionisti a distinguersi dalla concorrenza, rafforzare (o creare) la propria presenza on/offline, aumentare le vendite, farsi amare dai propri clienti e trovarne di nuovi.
Follow me

37 pensieri su “Pulse: come attivare il blog sul profilo linkedin, come usarlo, test e analisi

  1. Sergio Amatulli

    Ciao Michelangelo, mi complimento per il tuo articolo. Mi trova particolarmente sensibile… è da circa 5 mesi che utilizzo la funzione di blogging su linkedin, con alterni risultati che esulano dai contenuti. Ho notato che negli ultimi due mesi sono cambiate moltissime cose:
    1) si sono abbassate notevolmente le visualizzazione da parte dei miei contatti (ergo non gli appare nella home la notizia della pubblicazione, nonostante io l’abbia anche condivisa)
    2) il numero delle visualizzazioni sul post nella piattaforma linkedin, non mi sembra reale (avendo utilizzato il tuo stesso sistema, al mio blog, nella pagina dell’articolo, sono arrivati molti più utenti direttamente dal post su linkedin)
    3) il nuovo layout di pulse su cui leggiamo gli articoli, fa di tutto per portare gli utenti a seguire gli articoli proposti da linkedin (i suoi influencer in forte calo di visualizzazioni) piuttosto che gli altri articoli dell’autore piuttosto che altri articoli in italiano.
    Non nego che fino a settembre ho goduto di ottimi risultati, ma come potrai vedere dal mio profilo, c’è una picchiato di “audience” che va al di là dei contenuti. Che ne pensi?

  2. Daniele

    Ciao Michelangelo,
    bel post, molto utile e chiaro!
    Non vedo il pulsante “Follow” sotto il mio nome: è normale, perchè sono dentro con il mio profilo, ma magari un altro lo vede?
    Grazie!

  3. Michelangelo Giannino Autore articolo

    Ciao Daniele. Grazie mille, molto gentile ^_^

    Dovresti vedere il pulsante EDIT POST.

    Il FOLLOW viene visto da chi non è presente tra i tuoi contatti.

  4. Michelangelo Giannino Autore articolo

    Ciao Sergio, troppo buono, grazie! ^_^

    1) ho attivato pulse da 24 ore e fatto ricerche. Non ho trovato nulla riguardo a un abbassamento di visualizzazioni di post linkedin.

    2) ma hai usato uno short url come me o il link diretto e constatato su google analitycs?

    3) secondo me linkedin da più valore ai post con un alto tasso di interazioni. Propone articoli di qualità insomma.

    Bisogna fare tanti test ma a gennaio. In questo periodo molti saranno impegnati a chiudere l’anno e ci sono le ferie natalizie in arrivo.

  5. Giamp Ferrante

    Grazie per i consigli. Per uno come me che sta avendo i migliori riscontri su LinkedIN questo tuo post è un vero “toccasana”. Grazie e spero di scambiare e condividere con te altre interessanti risorse.

  6. Michelangelo Giannino Autore articolo

    Ciao Giamp e benvenuto su FL09

    Felicissimo che l’articolo ti sia utile! ^_^

    Certamente, a presto.. qui sul blog o sui miei canali social :-)

  7. Filippo

    Grazie Michelangelo, veramente utile! Mi sono chiesto varie volte, ma senza impegnarmi più di tanto, come utilizzare Pulse e tu mi hai illuminato!
    Un saluto cordiale
    Filippo Catania

  8. Michelangelo Giannino Autore articolo

    Ciao Filippo, è un piacere leggerti anche qui su FL09 ^_^

    Felicissimo che l’articolo ti sia utile. A disposizione ;-)

  9. Michelangelo Giannino Autore articolo

    Ciao Maurizio e benvenuto! Felicissimo che l’articolo ti sia utile ^_^

    A presto ;-)

  10. Anh

    Grazie per questo articolo ricco di spunti! Finalmente ho così pubblicato il mio primo articolo su Linkedin :D Adesso aspetto di vedere quale sarà la rispondenza, speriamo in bene ;)

  11. Michelangelo Giannino Autore articolo

    Ciao Anh, benvenuta!

    Pulse porterà tantissimi vantaggi. Ti raccomando i contenuti utili e di qualità ma soprattutto pubblicati per intero e non mozzati con un link che indirizza verso il tuo blog.

  12. Monica

    Ciao, Grazie a Dio esisti! Ottimo articolo, bellissime indicazioni che ho messo subito in pratica. Ne ho pubblicati 3, di cui 2 con link al mio blog, ma dall’ultimo commento direi che ho fatto male.
    Ma tu parli di non troncare o di non mettere proprio il link?

    Ma la domanda principale che ti volevo fare io è: come mai i miei collegamenti non ricevono la notifica? C’è una ragione particolare o non ho seguito bene le indicazioni?

  13. Michelangelo Giannino Autore articolo

    Contento che ti sia utile ^_^

    Meglio pubblicare l’articolo interamente in pulse. L’utente linkedin preferisce rimanere nella piattaforma.

    Come fai a sapere che non ricevono la notifica?

  14. Manuela

    Ciao Michelangelo, ho pubblicato dei post tramite la versione inglese di Linkedin ed è quindi visibile sulla mia pagina quando le impostazioni sono in inglese. Cambiando le impostazioni della lingua e mettendola in italiano però tali post non sono più visibili né a me né ai miei contatti. Questo problema si è presentato su più di un profilo. Vorrei sapere come poterlo risolvere e rendere i miei post pubblici in entrambi i casi, sia quando i miei contatti usano la versione inglese sia quando usano quella in italiano. Ti ringrazio!

  15. Patrik

    Ciao Michelangelo, articolo veramente esauriente.
    Io mi ritrovo con questa problematica.
    Ho da sempre il profilo in lingua inglese (visto che le novità arrivano sempre prima ai profili nella lingua anglosassone) e ho notato una cosa alla quale non riesco a rimediare.
    In pratica se la persona che consulta il profilo ha il profilo ha la lingua italiana non vede nel mio profilo i post che ho pubblicato in pulse, se invece la persona che consulta il profilo ha come lingua l’inglese li visualizza subito sotto il riquadro con la foto.
    I post di pulse ovviamente sono in italiano.
    C’è modo di farli apparire anche mantenendo come lingua del mio profilo l’inglese?
    Grazie!

  16. Andrea Pelli

    ciao Michelangelo e grazie: l’articolo mi sta tornando molto utile. Ho sempre usato LI piuttosto superficialmente ed è stato un buon punto di partenza per avvicinarmi all’uso di Pulse. Vorrei farti una domanda, forse da principiante. Suggerisci di copiare e incollare il contenuto dal proprio blog in pulse, ma non si crea un danno al blog per il contenuto duplicato? Tra l’altro, leggo dappertutto che si consiglia di postare l’intero articolo in pulse, ma nel mio feed e nei gruppi che frequento vedo praticamente solo “rilanci” verso il proprio blog o condivisioni di contenuti esterni, molto in stile facebook… Grazie ancora per l’articolo

  17. Michelangelo Giannino Autore articolo

    Ciao Andrea. Pubblica il post sul tuo blog e dopo diverse ore pubblichi il post per intero su Pulse. Vai tranquillo!

  18. Michelangelo Giannino Autore articolo

    Ciao Patrik. Io ho impostato la lingua inglese proprio per usare pulse e sono i miei contatti ITALIANI a commentare e mettere like.

  19. Riccardo Toscano

    Ciao,

    ho pubblicato un post su LinkedIn ma se reimposto la lingua italiana e visualizzo il mio profilo come un collegamento, non si vedono più i post.

    Il mio target sono proprio utenti italofoni che usano LinkedIn in italiano. C’è un modo per mostrare questi post. o faccio prima a creare un blog?

  20. Michelangelo Giannino Autore articolo

    Ciao Riccardo. Tranquillo. Io uso linkedin ENG e i miei contatti italiani leggono e commentano i miei post pulse.

  21. Pingback: 9+1 modi intelligenti per integrare SEO e Social Network - Studio Samo

  22. Luca

    Grazie per gli spunti utilissimi!
    Ho postato oggi il mio primo articolo su Pulse, vedremo il primo report tra una settimana!

  23. Michele

    Ciao Michelangelo,
    articolo molto utile grazie.

    Anche io ho lo stesso dubbio e te lo espongo… Credo che a livello SEO, Google non veda bene il fatto di avere lo stesso articolo duplicato sul proprio blog e sulla piattaforma LinkedIn. In questo caso il blog rischia di essere penalizzato seriamente.

    Cosa ne pensi?

  24. Pingback: LinkedIn in Italia: il sondaggio regala risultati inaspettati

  25. Claudia

    Ottimo articolo su LinkedIn Pulse! Anche io l’ho inserito nella mia strategia di web marketing e devo dire che mi ha portato un’ottima visibilità. Ciò che non mi aspettavo è realmente avvenuto: le visualizzazioni passavano facilmente da Pulse al blog. Ritenevo davvero difficile una cosa simile, se non utilizzando la tecnica dell’articolo spezzato a metà… e invece, mi sono ricreduta! Se vengono scritte e condivise delle cose interessanti, non è difficile incuriosire gli utenti :)

  26. Francesco

    Non funziona e mi sta facendo impazzire. Ogni volta che inizio solo a scrivere l’Headline mi esce questa scritta :”An error occurred while saving your article. Please try again later”. Non riesco a pubblicare niente ed ho provato anche con altri browser ottenendo sempre lo stesso risultato. Che devo fare?

  27. VERONICA

    Ciao Michelangelo,
    il tuo articolo è di grande aiuto e mi ha consentito di fare tutti i passaggi necessari ma, ho lo stesso problema di Francesco…. appena inserisco la foto o inizio a scrivere nella headline appare la scritta ” An error occurred while saving your article. Please try again”. Cosa sbaglio?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

captcha

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>