Sai relazionarti su Linkedin?

Sai relazionarti su Linkedin? Io non credo!

Qualche giorno fa sono stato selezionato come uno dei “Top 10 most engaged marketers” in italia del 2015 perchè ho saputo usare maggiormente LinkedIn per costruire il proprio brand personale e aziendale.

Costruire relazioni (professionali). Questo è linkedin. Purtroppo è un principio poco seguito dagli utenti.

Dimmi la verità, quando aggiungi un nuovo contatto ti limiti a premere i vari pulsantini e punto, avanti con il prossimo. Commetti questo errore vero?

Tranquillo, non è successo nulla di irreparabile.

Il primo passo per creare una relazione con un nuovo contatto è il seguente: PERSONALIZZARE IL MESSAGGIO DI INVITO.

Spiega molto brevemente perchè desideri aggiungerlo alla tua rete professionale.

Regolarmente prima di fare ciò dovresti visitare il suo profilo, scoprire le ultime attività, dove lavora/di cosa si occupa e se interessante richiedere l’invito. Insomma, documentati!

Cerca di aggiungere professionisti della tua stessa nicchia. Profilazione!

Qualche giorno fa ho aperto tutte le email di linkedin e su 324 richieste di collegamento solo 4 hanno personalizzato il messaggio di invito.

Dato incredibile vero? Come mai? Pigrizia? Mancanza di tempo? Si sono affidati al messaggio standard della piattaforma?

Andiamo avanti. Se il contatto è di mio “gradimento” (ho visitato attentamente il suo profilo) accetto l’invito e invio immediatamente un messaggio privato (MP) strutturato in questo modo:

- saluto.
- ringraziamento per il collegamento.
- richiesta di presentazione.
- perchè mi ha aggiunto.
- invito a seguire il mio gruppo linkedin e a leggere post pulse.
- saluto finale.
- firma.

Il tutto personalizzato con il nome del contatto ovviamente.

Risposte ricevute:
- magnifiche presentazioni con tanto di complimenti e richieste di consigli (indicazioni molto utili anche per scoprire il mio livello di visibilità).
- invito a guardare il profilo (già fatto ma ho appunto scritto un MP proprio per cominciare a instaurare una relazione, rompere il ghiaccio!).
- copia-incolla della pagina CHI SIAMO del proprio sito.
- attendo risposta dal 2013.
- “a cosa ti serve?” (no comment!)
- invito a seguire i 3000 canali social aziendali.
- “vedi sul sito” (senza manco un link)
- …

Dopo la chiacchierata si passa alla fase della catalogazione cioè taggare l’utente in una bella lista profilata non so per: professione specifica, città, future opportunità lavorative, azienda ecc.

Questo è a mio parere il primo stadio per conoscere, relazionarsi con un nuovo contatto linkedin.

Si, occorre pazienza e costanza ma ti assicuro che la qualità della tua rete professionale aumenterà vertiginosamente.

Cosa ne pensi? Usi un altro metodo per relazionarti con i nuovi utenti linkedin? Mi piacerebbe sentire la tua:

Specializzarsi è un sogno, il tutto fare web è la realtà italiana

Specializzarsi è un sogno, il tutto fare web è la realtà italiana

Diciamoci la verità, lo specialista può permetterselo molto probabilmente solo le grandi aziende. Sicuramente sei stato uno dei tanti che è stato assunto per ricoprire un paio di ruoli e dopo qualche mese ti sei ritrovato anche a imbiancare le pareti dell’ufficio.

Un famoso detto dice: meglio fare poche cose ma bene che farne tante e male. Vabbè, lasciamo perdere!

Come mai esiste questo fenomeno nel mercato Italiano? Io direi per:
- risparmiare (troppe tasse).
- i tuoi colleghi sono dei poppanti/sfaticati e sei costretto a tappare buchi ogni santo giorno.
- il tuo capo pretende sempre di più perchè riesce ad arruffare miliardi di clienti.
- i tuoi colleghi sono “artisti” nel saper scaricare il proprio lavoro sugli altri.

Brutta cosa ma nella vita cerco di vedere sempre i lati positivi:
1) Imparando la base dei diversi rami del marketing (e relativi ambiti), saprai come interfacciarti con i tuoi colleghi risparmiando tempo (generalmente).

2) Se deciderai di cambiare azienda potresti avere maggiori possibilità di assunzione. Dimostri di adattarti e di voler imparare ma è un’arma a doppio taglio: appunto non conoscere bene nulla!

Il mio consiglio personale? Apprendi più che puoi, tieni duro e responsabilizzati… ti farà molto bene. Vedrai.. crescerai molto in fretta e cerca di approfondire più che puoi nel tempo libero. Sii sempre propositivo.

Questa è la mia opinione. In America per esempio esistono gli specialisti e sanno comunicare tra loro! Questione anche di cultura.. mentalità!

Io ho lavorato in molti ambiti (spinto dalla passione e voglia di migliorarmi) ma a priori non mi occupo di SEO/SEM (conosco solamente le basi). A tutto c’è un limite.

Prendiamo il freelance. Il potenziale cliente pretende (a qualsiasi ora/giorno) da una sola persona i tanti servizi di una classica web agency (sperando di risparmiare!). Che fai in quel caso? Provi ad arrangiarti da solo oppure cerchi supporto nel tuo network altrimenti addio cliente. In alcuni casi però è meglio rifiutare il lavoro ma questo, è un altro discorso!

Quindi?

Lasciati guidare dalla passione e non fermarti mai. Sii positivo e tieni duro. Cosa ne pensi? Parliamone:

 

Hai impostato una netiquette per la tua fan page? Il mio modello

Hai impostato una netiquette per la tua fan page? Il mio modello

La netiquette è un insieme di regole che disciplinano il comportamento degli utenti in un determinato “luogo” del web (esempio blog, forum, siti ecc).

Molto spesso però, la netiquette non viene quasi mai impostata per una fan page facebook. Solo qualche Brand si preoccupa di “proteggersi”.

Generalmente una netiquette deve contenere l’azione (vietata) con relativo provvedimento (dell’admin). Ecco una lista delle azioni generalmente da non commettere:

1) offendere il brand e/o altri utenti della community usando soprattutto un linguaggio volgare.
2) spam di qualsiasi tipo (fan page, eventi, blog/siti ecc).
3) divieto di pubblicare dati sensibili che violino le leggi sulla privacy (c’è l’ MP o email per questo).
4) vietato scrivere in maiuscolo (nel web equivale a gridare, per facebook spam).

Di seguito il mio modello di netiquette che puoi copiare liberamente:

 

Regole che disciplinano il comportamento sulla fan page Fusion Lab09

 

Di seguito l’elenco delle regole comportamentali da tenere sulla mia Fan Page. Si accettano critiche costruttive ed eventuali consigli purché sensati e volti al miglioramento della pagina.
Azione: Provvedimento:
1. E’ assolutamente vietato lo spam in bacheca inserito in note/link/foto. Ban dalla pagina, cancellazione link e segnalazione allo staff di Facebook.
2. E’ vietato interagire con me utilizzando altre Fan Page ai fini di spam. Cancellazione link/messaggio e segnalazione allo staff di Facebook.
3. E’ assolutamente vietato utilizzare un linguaggio volgare e poco consono. Ban dalla pagina, cancellazione messaggio e segnalazione allo staff di Facebook.
4. E’ vietato esprimersi in modo violento e aggressivo nei confronti di altri fan della pagina o nei miei confronti. Ban dalla pagina, cancellazione messaggio e segnalazione allo staff di Facebook.
5. E’ assolutamente vietato pubblicare dati sensibili che violino la legge sulla privacy o che possano ledere l’immagine altrui. Cancellazione messaggio.
6 E’ vietato scrivere in maiuscolo, nel web equivale a gridare! Cancellazione messaggio.

Invito infine tutti i fan ad inserire commenti chiari e puliti.


Buona permanenza.

 

Esempi di netiquette:

- Netiquette di De Fonseca
- Netiquette di Mulino Bianco
- Netiquette di Ikea
- Netiquette di Poste.it
- Netiquette di 3 Italia
- Netiquette di Amazon Italia
- Netiquette di Barilla
- Netiquette di Lavazza
- Netiquette di Nivea
- Netiquette di Algida

In caso di critiche o comportamenti scorretti, puoi quindi giustificare il provvedimento preso nei confronti del disturbatore.

 

E tu?

La tua fan page ha una netiquette? Pensi sia inutile?

2016: togliti tutte le soddisfazioni che desideri

2016: togliti tutte le soddisfazioni che desideri

E’ stato un 2015 incredibile. Gioie e dolori. Soddisfazioni e tante sorprese. Il 2016 è appena cominciato e sarà il più impegnativo della mia vita sia sotto l’aspetto lavorativo (tanti progetti in vista) che personale (a maggio mi sposo).

Allo scoccare della mezzanotte del 1° gennaio la mia mente si è immaginata per un momento su un alto monte ad osservare la valle. Una valle fatta di obiettivi e sentieri oscuri.

Cambiamento, sfidare se stessi.. affrontare se stessi con positività, coraggio, serenità, fermezza, pazienza. Con questa mentalità affronterò questo 2016.

E’ facile diresti ma è proprio l’inizio, cominciare, la parte più difficile. Abbi fiducia in te stesso, nelle tue capacità ma soprattutto voglia di cambiare, di non porti limiti.

Basta rimandare, basta lamentarsi senza neanche provarci, basta scuse!

Oggi nessuno ti regala nulla. Se desideri qualcosa và, lotta e ottienilo. Vivi, ama, soffri e combatti. Tu sei l’artefice dei tuoi (in)successi.

Forse è giunto il momento di cambiare, di prendere in mano la tua vita e darti una mossa.. di osare!

Affronta le tue paure e non arrenderti mai. Se hai una buona idea e ci credi, non pensarci troppo e lavoraci su.

Coinvolgi persone in gamba e fidate.

 

Cosa fare.

Ti consiglio vivamente di costruirti un’identità partendo da un sito ma soprattutto un blog per dimostrare le tue capacità e farti conoscere. Concentrati su linkedin (leggi i miei tanti articoli), un network dove incontrare persone professionali che possono supportarti.

Abbi fede, non scoraggiarti, organizzati (il tempo è preziosissimo), seleziona le persone (e fatti coinvolgere quando ne vale la pena), riposati, allena il tuo corpo, dedica del tempo alla formazione.

Ti raccomando: cogli al volo le opportunità!

 

Momenti più emozionanti del 2015.

- I tanti pareri su di me.

- Fusion Lab09 diventa uno dei Media Partner dell’evento WebUpDate 2015 (evento sul marketing più grande del Sud Italia).

- Selezionato come uno dei Top 10 Linkedin Most Engaged Marketers in Italia del 2015.

- Fusion Lab09 diventa uno dei Media Partner dell’evento Digital Business Day 2015.

- Fusion Lab09 diventa uno dei Media Partner dell’evento WebUpDate 2016.

- Social Media Manager/Community Manager di Genesis Mobile (creato l’area social e responsabile).

- Contributor per il libro “Web Marketing? No, grazie! Ho appena preso uno stagista”

 

E tu?

Quali sono i tuoi buoni propositi per il nuovo anno?

Condividi il post se ti è piaciuto!

Glossario termini Social

Glossario termini Social

A:
- Avatar: immagine quadrata/circolare contenente il logo del brand sui social.

 

B:
- Ban: utente escluso da una community a causa di comportamenti scorretti (spam e offese).
- Bio: presentazione del brand (molto brevi su twitter e instagram) con possibilità di aggiungere un link aziendale.
- Bot: robot. Un sistema capace di compiere automaticamente azioni programmate al posto di un utente.
- Brand Awareness: notorietà del brand. Indica quanto il brand è conosciuto/riconosciuto dai consumatori.

 

C:
- Crisis Plan: piano per gestire le situazioni di crisi (attacco dei fan con commenti negativi generalmente a seguito di una campagna risultata fallimentare).
- Cover: è la copertina orizzontale della pagina (FB e G+). Generalmente contiene i prodotti/clienti con i prodotti/contest/auguri.
- Call to Action (chiamata all’azione): invita/spinge l’utente a compiere una determinata azione (Scarica/Leggi/Prenota/Richiedi consulenza).

 

E:
- EdgeRank facebook: algoritmo di facebook utilizzato per determinare ciò che deve apparire nel flusso delle notizie (streaming) di ogni utente.
- Epic Fail e Win: campagna/strategia fallimentare o campagna incredibile/virale.
- Emoji/Emoticons: faccine e simboli.
- Engagement: coinvolgimento del pubblico (mi piace, commenti, share).

 

G:
- Geolocalizzazione: posizione dell’utente/dispositivo per comunicare agli amici/follower la propria posizione geografica come un locale, città, evento ecc.

 

H:
- Hashtag: sono utilizzati per permettere agli utenti di trovare più facilmente un contenuto specifico. Può essere catalogato aggiungendo il cancelletto (#) prima della parola chiave senza spazio. Es: #calcio. Commenti, foto, video con hashtag calcio trattano esclusivamente tale sport.

 

I:
- Influencers: personaggi influenti e autorevoli (blogger, marketer, coach ecc).
- Insights: strumenti di misurazione delle performance (prestazioni di un contenuto).

 

K:
- KPI: key performance indicator (indicatori chiave di performance). Indicatori con i quali misurare le performance.

 

M:
- Mention: menzionare/taggare. Segnalare un contenuto a un amico digitando @NOME-AMICO.

 

N:
- Netiquette: regole comportamentali per moderare una community (presente nel tab della fan page FB).

 

P:
- Pin: codice (comunicato via sms/posta/telefono al cliente) per confermare l’attivazione di un account instagram/google places.
- Pagina verificata: bollino per facebook e scudo per google+ per confermare la pagina ufficiale di un brand.

 

R:
- Report: documento contenente i risultati delle performance dei contenuti/campagne.
- Reach: portata. Quante persone hanno visualizzato un determinato contenuto.

 

S:
- Search: form di ricerca per trovare utenti, gruppi, fan page ecc.
- Sentiment: feedback positivi e negativi dei consumatori (cosa dicono del brand).
- Social Briefing: dati e info attività cliente per realizzare piano strategico ed editoriale.
- Sponsorizzazione: spingere un determinato contenuto attraverso un pagamento per “colpire” un bacino profilato (sesso, città, età, interessi ecc).
- Spammer/spam: pubblicazione di contenuti da parte di fan/follower con l’obiettivo di pubblicizzare il proprio sito/fan page senza il consenso dell’amministratore della pagina.

 

T:
- Tab facebook: applicazione (pagina) installata su una fan page facebook per mostrare una foto/video/iframe/testo.

 

V:
- Vanity url facebook: link personalizzato/accorciato. Es: facebook.com/NOME-BRAND-1417753101528511 in facebook.com/NOME-BRAND
- Virale/viralità: contenuto/campagna che si diffonde molto rapidamente attraverso il passaparola sui social.

 

Condividi il glossario con i tuoi contatti. Sarà utile anche a loro.

Top 10 Most Engaged Marketers in Italia del 2015

Selezionato come uno dei Top 10 Linkedin Most Engaged Marketers in Italia del 2015

Diversi giorni fa ho ricevuto la comunicazione di Linkedin Italia:

Le scrivo perchè siamo lieti di comunicarle che il suo profilo è stato selezionato come uno dei più ricercati su LinkedIn per il mercato italiano nel 2015.

L’elenco dei profili più ricercati su LinkedIn è stato determinato sulla base di un certo numero di fattori tra cui le connessioni, l’appartenenza ai gruppi, le aziende seguite e la condivisione di contenuti su LinkedIn.

Inoltre stiamo ultimando una comunicazione ufficiale per la stampa che condivideremo con le testate giornalistiche di settore e volevamo sapere se ci fosse qualche problema nel caso in cui il suo nome fosse menzionato in qualche articolo riguardante questo elenco?

 

Dopo una decina di giorni ecco la comunicazione ufficiale:

 

LinkedIn, il social network per professionisti più grande del mondo, rivela oggi, anche per il mercato italiano, i risultati della ricerca “Most Engaged Marketers 2015”.

La classifica annuale che indica quali sono stati i membri che hanno fatto il miglior uso di LinkedIn per costruire il proprio brand personale e aziendale.

I Marketer sono utenti di LinkedIn impegnati a costruire un network professionale di alta qualità che non solo coinvolga altri membri, ma abbia anche un’ampia rilevanza per questi ultimi.

Tra le attività più frequenti dei Marketer di successo si possono notare: i collegamenti ai marchi da cui possono trarre ispirazione, le iscrizioni a gruppi in cui possono dare un contributo propositivo, la ricerca e la condivisione costante di nuovi contenuti originali per diventare veri e propri influencer di settore grazie alle pubblicazioni sul proprio profilo, ai propri commenti e ai post su LinkedIn Pulse.

Di seguito si possono trovare i Top 10 Most Engaged Marketers in Italia nel 2015:

Italy
1. Gloria Zaninetti
2. Daniele Pes
3. Luigi Greco
4. Michelangelo Giannino
5. Rachele Zinzocchi
6. Federica Garofalo
7. Andrea Roberto Bifulco
8. Valerio Corradini 6K
9. Luca Torresan
10. Massimiliano Fadin”

Sono senza parole, emozioni alle stelle. L’ennesima dimostrazione che con passione, costanza e sacrificio.. si arriva lontano. Dipende da noi stessi!

 

Comunicati Stampa Nazionali

- Linkedin (notizia ufficiale).

- Vanity Fair

- Social Media Life

- YouMark

 

Comunicati Stampa Locali

- Giornale Locale di Marcianise (CE).

- Caserta Focus.

- Cancello ed Arnone.

- PiùEconomia.

- Ottopagine.

 

Extra

- Cosa ne pensano i miei contatti facebook: leggi le reazioni.

Fusion Lab09 diventa uno dei Media Partner dell’evento Digital Business Day 2015

Fusion Lab09 diventa uno dei Media Partner dell’evento Digital Business Day 2015

Dopo l’ultimo WebUpDate, Fusion Lab09 sarà nuovamente presente come Media Partner a un altro evento sul web marketing: Il Digital Business Day.

Il Digital Business Day è un evento gratuito nato con lo scopo di diffondere la cultura del Web Marketing verso aziende, professionisti, studenti ed in generale verso tutti coloro che a vario titolo sono interessati all’argomento.

L’evento, che è una vera e propria full immersion nelle principali tematiche del Web Marketing, avrà come speaker alcuni tra i principali protagonisti del Web. Professionisti che si misurano con le nuove sfide che il mondo digitale ogni giorno lancia e che, grazie alle loro competenze e professionalità, possono far comprendere l’importanza del marketing e della comunicazione digitale.

L’evento si svolgerà Sabato 30 gennaio 2016 dalle ore 9:30 alle ore 18:00 presso Palazzo Alabardieri, in una delle zone più belle e centrali di Napoli.

 

Relatori:

relatori--business-digital-day

- Alessandro Mazzù
- Ivan Cutolo
- Ivano Di Biasi
- Salvatore Menale
- Riccardo Esposito
- Gennaro Esposito

Gli attuali partner: http://www.digitalbusinessday.it/partner/ (ci sono anche io) e il programma: http://www.digitalbusinessday.it/programma/

Grazie soddisfazione e grande emozione!